Tenta di rubare biciclette davanti alla caserma dei Carabinieri, arrestato

Firenze, piazza dei Giudici. Sulla sinistra la Stazione Carabinieri Firenze Uffizi
Firenze, piazza dei Giudici, dove è stato tentato il furto di biciclette.
Sulla sinistra la Stazione Carabinieri Firenze Uffizi

FIRENZE – Ha tentato di rubare quattro lussuose biciclette elettriche proprio davanti ad una caserma dei Carabinieri a Firenze. Ma gli è andata male ed è stato arrestato in flagranza. O il ladro era troppo sicuro di sé o, al contrario, era così sprovveduto da non rendersi conto che a pochi metri di distanza c’era una caserma dei Carabinieri.

Tutto è successo intorno alle 15 di sabato 10 ottobre in piazza dei Giudici. Lì quattro turisti tedeschi avevano spensieratamente «parcheggiato» qualche ora prima, legate con due robuste catene, altrettante biciclette elettriche del valore complessivo di ben 14.000 euro. Da lì avevano proseguito a piedi il loro giro nel centro storico, pranzo compreso.

Intervengono due carabinieri in borghese

Una preda così appetibile non è però sfuggita all’occhio, molto poco ben intenzionato, di un ladro, un cittadino marocchino di 33 anni, pregiudicato e già sottoposto al divieto di dimora nella provincia di Prato.  L’uomo, «armato» di accendino e di tronchese, non ci ha pensato due volte. Fatta saltare la prima catena che legava due bici, era intento a bruciare con l’accendino il rivestimento della seconda quando è stato sorpreso in flagrante da due carabinieri in borghese e liberi dal servizio che in quel momento passavano da quelle parti. 

I due militari, un uomo e una donna, effettivi presso la sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Firenze, fino a poco tempo fa avevano entrambi prestato servizio proprio presso la Stazione Carabinieri Uffizi (che dipende dalla Compagnia Firenze) di via dei Castellani, all’angolo con piazza dei Giudici. 

Fine settimana in camera di sicurezza

I due carabinieri sono subito intervenuti, avvisando i loro «ex colleghi» della caserma Uffizi che si sono precipitati in strada. Il ladro è stato trovato in possesso dell’accendino nonché di una tenaglia in acciaio lunga quasi 30 centimetri. Per lui, già gravato da numerosi precedenti è scattato l’arresto per tentato furto aggravato e, trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma, sarà giudicato per direttissima in Tribunale lunedì 12 ottobre. 

Increduli ma rinfrancati i quattro turisti tedeschi quando, dopo qualche ora, sono tornati a riprendere le loro biciclette. Non si immaginavano certo di trovare ad aspettarli i Carabinieri, che hanno raccontato loro quanto era successo. Quindi la formalizzazione della denuncia e la restituzione delle biciclette. Una storia finita bene, che difficilmente dimenticheranno, specie quando – con un po’ troppo ottimismo – si tratta di lasciare quasi incustoditi oggetti di valore. 

.

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare