Doppio compleanno della Polizia di Stato 2021, ma ancora a porte chiuse

Una volante della Polizia a Firenze
Una volante della Polizia a Firenze

FIRENZE – Doppio compleanno per la Polizia di Stato, che quest’anno celebra il 169° anniversario della sua fondazione e i 40 anni dalla riforma che dette al Corpo un definitivo ordinamento civile. Con la legge 121 del 1981 (pubblicata il 10 aprile) le componenti civili e militari della polizia si fusero nella «Polizia di Stato» corpo civile militarmente organizzato. Al ministro dell’Interno fu assegnato il ruolo di unica «autorità nazionale di pubblica sicurezza». 

Le due ricorrenze vengono ricordate in tutta Italia, ma non in forma pubblica come un tempo quando la «Festa della Polizia» era un evento che si svolgeva nelle piazze in mezzo alla gente. L’emergenza sanitaria (per il 2° anno) ha fermato anche queste celebrazioni, ma non lo spirito che le anima. Solo una breve ma sentita cerimonia a porte chiuse nelle questure italiane, dopo l’incontro avvenuto ieri 9 aprile al Quirinale dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto il Capo della Polizia Lamberto Giannini, accompagnato dai vertici del Corpo e da una rappresentanza delle varie specialità. Nella stessa mattinata il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha consegnato la medaglia d’oro al merito civile alla Bandiera del Corpo. 

POLIZIA A FIRENZE

In questura a Firenze oggi 10 aprile una corona d’alloro è stata deposta alla lapide che ricorda i poliziotti caduti. Presenti il prefetto di Firenze Alessandra Guidi, il questore Filippo Santarelli, il dirigente generale Sergio Tinti presidente della sezione fiorentina Anps. Al momento della deposizione, la corona è stata benedetta dal benedizione del Cappellano Provinciale monsignor Luigi Innocenti

Il questore di Firenze Filippo Santarelli

ENCOMI E RICONOSCIMENTI

Assegnati numerosi riconoscimenti a poliziotti che si sono particolarmente distinti in attività di servizio. La consegna è però rimandata ad altra data, non appena l’emergenza sanitaria lo consentirà. 

Si tratta di 37 attestati tra i quali: 2 encomi solenni relativi ad operazioni della Squadra Mobile, 18 encomi (13 riconosciuti nell’ambito di attività svolte dalla Squadra Mobile, 1 dalla Squadra Volante, 2 dalla Polposta e 2 dalla Polstrada). Seguono 17 lodi, 4 che hanno interessato la Squadra Mobile, 4 la Digos, 1 la Squadra Volante, 3 la Polstrada, 3 la Polfer e 1 la Polposta. Saranno anche consegnate 15 Medaglie di Commiato al personale che è entrato in quiescenza nel 2020 e fino al primo aprile 2021. 

Qui il messaggio del questore Santarelli ai poliziotti fiorentini e ai cittadini di Firenze.  

Qui i risultati operativi a Firenze nell’anno 2020

Un momento della cerimonia in Questura a Firenze
Un momento della cerimonia in Questura a Firenze

L’ORGANICO DELLA POLIZIA

«La Polizia di Stato, per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali si avvale, secondo dati aggiornati al mese di dicembre 2020, di una forza effettiva complessiva pari a 97.918 unità». Lo si legge nel numero di Aprile di ‘Polizia Moderna’. «La consistenza del personale che espleta funzioni di polizia (cosiddetti ruoli ordinari) è pari a 92.570 unità di cui 4.620 appartenenti alla carriera dei funzionari e al ruolo direttivo (100 dei quali commissari frequentatori di corso di formazione iniziale), 13.726 ispettori, 13.941 sovrintendenti, 60.283 assistenti/agenti (di cui 1.553 allievi agenti).

La consistenza del personale della Polizia di Stato che espleta attività tecnico-scientifica o tecnica e professionale (comprensiva della carriera dei medici e del personale della Banda musicale della Polizia di Stato) è pari a 5.348  unità, di cui 860  appartenenti alla carriera dei funzionari tecnici/medici e al ruolo direttivo tecnico(di cui 18 commissari tecnici psicologi frequentatori di corso di formazione iniziale), 648  ispettori tecnici/Banda musicale, 2.089 sovrintendenti tecnici e 1.751 assistenti/agenti tecnici (di cui 9 allievi agenti tecnici)». 

EDITORIALE DEL CAPO DELLA POLIZIA

«Una polizia al passo con i tempi». Qui l’editoriale di Lamberto Giannini, Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza, pubblicato sul numero di Aprile 2021 di «Polizia Moderna». 

VIDEO

.

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Previsioni Meteo a cura dell’Aeronautica Militare