Turismo congressuale, Cortona Sviluppo srl verso una nuova governance

La sede di Cortona Sviluppo presso il Centro Convegni Sant'Agostino
La sede di Cortona Sviluppo presso il Centro Convegni Sant’Agostino

VEDI ANCHE AGGIORNAMENTO IN CALCE ALL’ARTICOLO

CORTONA (AR) – Cambierà governance la Cortona Sviluppo srl, la società chiave del turismo congressuale del Comune di Cortona ma che si occupa anche di servizi di interesse generale quali i cimiteri e il mattatoio comunale. Se le previsioni saranno rispettate, entro l’anno 2021 la guida della società (costituita nel 1986 e attualmente posseduta al 100% dal Comune) sarà affidata ad un amministratore unico al posto del consiglio di amministrazione che ha rassegnato le proprie dimissioni con una pec inviata al sindaco nel pomeriggio di giovedì 30 settembre 2021. 

Lo conferma lo stesso sindaco di Cortona Luciano Meoni che, raggiunto da OsservatoreLibero, precisa: «Prendiamo atto delle dimissioni del Consiglio di amministrazione di Cortona Sviluppo srl giunte peraltro quasi al termine del mandato triennale. L’amministrazione comunale ha già comunque avviato da tempo un percorso destinato a sostituire il Consiglio con un Amministratore unico. Questo cambio di governance viene ora accelerato e contiamo di arrivarci entro l’anno. Obiettivo è amministrare con efficacia una società di servizi in grado anche di produrre utili adeguati. Non replichiamo ulteriormente a provocazioni o polemiche prive di fondamento. Il buongoverno di una società partecipata dal Comune deve restare prioritario rispetto al consenso elettorale». 

BOTTA E RISPOSTA

Il riferimento del primo cittadino è alla lettera di dimissioni del Cda dove, all’unanimità, si motivava la decisione con «il venir meno di stima e fiducia, alla base di rapporto umano e professionale». Di fatto una querelle tra i cinque membri del Cda e il sindaco, che in una nota stampa replicò, tra l’altro, come «negli ultimi tempi, a fronte di un Cda sempre attento e competente, abbiamo assistito ad una guida non sempre altrettanto all’altezza da parte del suo presidente: non si è mai interfacciato con il socio unico, preferendo adottare decisioni soggettive». 

Qui la nota stampa integrale del Comune datata 1°ottobre.

Sindaco Luciano Meoni
Il sindaco di Cortona Luciano Meoni al Centro Convegni di Cortona Sviluppo

In una conferenza stampa del 7 ottobre la replica dei consiglieri uscenti. «Ci rammarica – premettono in un comunicato – doverci difendere da attacchi del socio unico che fa parte della nostra stessa compagine politica (centrodestra n.d.r.)». Quindi la replica più dettagliata. Decisioni soggettive? «Le riunioni del Cda sono state almeno mensili, quasi tutte le mozioni sono passate all’unanimità». Mancanza di comunicazione? «Non da parte nostra – dice il presidente uscente Marco Giannoni Fabbri – ma caso mai dal Comune. Abbiamo spedito mail su mail alle quali il sindaco, o i suoi uffici, raramente davano riscontro». 

IL BILANCIO DI CORTONA SVILUPPO

In tema di risultanze economiche (la società ha un giro d’affari di circa 1,1 milioni), il Cda uscente scrive che, se il bilancio 2020 si è chiuso con una perdita di 50 mila euro «giustificata da una pandemia che ha colpito l’intero pianeta», le risultanze del 1° semestre 2021 indicano già un sostanziale pareggio. 

E allora? Come mai la decisione dei consiglieri di Cortona Sviluppo di dimettersi a pochi mesi dalla scadenza naturale del mandato (comunque rinnovabile) prevista all’approvazione del bilancio 2021 nonché alla vigilia delle elezioni suppletive della Camera del 3-4 ottobre? Qual è stato l’elemento ‘scatenante’ che ha messo – per ora – la parola fine a un dialogo che non è stato evidentemente quello auspicabile? «Non abbiamo più fiducia in questa amministrazione comunale e non ne condividiamo le scelte» è l’unica replica dei consiglieri uscenti durante la conferenza stampa. 

Qui il comunicato stampa integrale del Cda uscente.

AGGIORNAMENTO DEL 14 OTTOBRE 2021 ORE 16.00

Il suggestivo chiostro di Sant'Agostino a Cortona
Il suggestivo chiostro di Sant’Agostino a Cortona

Tags: ,

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy