Nave Vespucci a Malta, firmato a bordo gemellaggio tra Valletta e Cortona

In prima fila da sin il sindaco di La Valletta Alfred Zammit con il sindaco di Cortona Luciano Meoni. In seconda fila da sin l'ambasciatore d'Italia a Malta Fabrizio Romano, il CV Massimiliano Siragusa comandante di Nave Vespucci e l'ambasciatore di Malta in Italia Carmel Vassallo
In prima fila da sin il sindaco di La Valletta Alfred Zammit con il sindaco di Cortona Luciano Meoni. In seconda fila da sin l’ambasciatore d’Italia a Malta Fabrizio Romano, il CV Massimiliano Siragusa comandante di Nave Vespucci e l’ambasciatore di Malta in Italia Carmel Vassallo

LA VALLETTA (Malta) – Cortona e La Valletta, capitale di Malta, sono da venerdì 26 agosto legate da un patto di gemellaggio. Testimonial di eccezione è stata la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci, in sosta a Valletta durante la campagna d’istruzione degli allievi del 1° anno dell’Accademia Navale.

L’atto, della durata decennale rinnovabile, è stato ufficialmente firmato dai due sindaci, Luciano Meoni e Alfred Zammit, grazie alla disponibilità della Marina Militare, nella storica Sala Consiglio di quella che è conosciuta la «Nave più bella del mondo». Erano presenti gli ambasciatori d’Italia a Malta Fabrizio Romano e di Malta in Italia Carmel Vassallo, accolti dal comandante dell’unità, capitano di vascello Massimiliano Siragusa.

GEMELLAGGIO, PUNTO DI PARTENZA

«Il progetto di gemellaggio tra le due città è stato avviato in occasione del convegno ‘Laparelli 500’ svoltosi a Cortona nell’ottobre scorso – ha detto il sindaco Meoni – per ricordare i cinquecento anni della nascita dell’architetto cortonese Francesco Laparelli, che nel XVI secolo progettò e avviò la costruzione di Valletta, la nuova capitale di Malta. A quell’incontro partecipò anche il sindaco Alfred Zammit, al quale oggi abbiamo ricambiato la visita». «L’odierna firma del gemellaggio tra Cortona e La Valletta – ha aggiunto Meoni – è naturalmente un punto di partenza per stabilire duraturi rapporti di collaborazione e di scambio in settori primari quali ad esempio turismo, cultura e didattica».

«La Valletta è un gioiello di architettura, patrimonio dell’umanità Unesco, grazie anche al suo progettista Francesco Laparelli» ha detto il sindaco della capitale maltese Zammit. «Siamo onorati di tutto questo. Chi arriva nel porto di Valletta – ha aggiunto Zammit – non entra in un porto qualsiasi ma entra nella storia. È quella che dobbiamo e vogliamo far conoscere ai nostri giovani. Il gemellaggio con Cortona potrà certamente aiutarci a sviluppare esperienze culturali di reciproca importanza».

«Siamo lieti di aver ospitato a bordo del Vespucci la firma del gemellaggio tra Cortona e La Valletta» ha commentato il comandante Siragusa. «Un evento – ha precisato – che conferma l’azione diplomatica che la Marina ed il Vespucci in particolare svolgono da sempre nei mari di tutto il mondo». 

QUI IL TESTO DEL GEMELLAGGIO TRA VALLETTA E CORTONA

Scarica qui

.

Le delegazioni maltese e italiana alla firma del gemellaggio  tra La Valletta e Cortona
Le delegazioni maltese e italiana alla firma del gemellaggio tra La Valletta e Cortona

VIDEO

POTREBBE INTERESSARTI:

5 ottobre 2021

Tags: , ,

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy