Vescovi e sindaci dal Mediterraneo a Firenze e l’arrivo di Papa Francesco

Dalla basilica di Santa Croce Papa Francesco reciterà l'Angelus il 27 febbraio
Dalla basilica di Santa Croce Papa Francesco reciterà l’Angelus il 27 febbraio

FIRENZE – Atterrerà allo Stadio Ridolfi al Campo di Marte l’elicottero AW 139 dell’Aeronautica Militare che domenica 27 febbraio porterà Papa Francesco a Firenze. Sarà la seconda visita di Papa Bergoglio, dopo la precedente del 10 novembre 2015. L’elicottero del Pontefice, decollato dal Vaticano, è atteso intorno alle 8, ma non è escluso che possa anche anticipare. Ad attenderlo un’auto coperta e non la «papamobile» come era stato ipotizzato. 

Durerà meno di cinque ore la visita del Papa, ma sarà densissima di impegni. Un corteo di auto si muoverà dal Campo di Marte verso il centro (itinerario e limitazioni al traffico non sono stati ancora resi noti) per poter essere a Palazzo Vecchio alle 8,30. Nel Salone de’ Cinquecento Papa Francesco incontrerà i Vescovi e i Sindaci nella giornata conclusiva del convegno «Mediterraneo frontiera di pace» e del «Forum dei sindaci del Mediterraneo». Dopo un saluto ai sindaci delle capitali in sala Leone X, ci sarà in Sala d’Arme un incontro a porte chiuse con famiglie di profughi e rifugiati. Da Palazzo Vecchio a Santa Croce (con un giro della piazza in automobile coperta per salutare i 1200 fedeli che potranno accedervi) per la Santa Messa. Ad attendere Francesco ci sarà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

L’ANGELUS DA SANTA CROCE

All’interno della basilica la messa alle 10,30 presieduta dal Papa e concelebrata da 14 cardinali, 6 patriarchi, 97 vescovi e 96 preti. Al termine, sul sagrato della basilica di Santa Croce, la recita dell’Angelus con il saluto del Pontefice a Firenze e al mondo. Da lì papa Bergoglio risalirà nella sua vettura che rapidamente lo riporterà al Campo di Marte. Sul prato dello Stadio Ridolfi lo attenderà il suo elicottero che, secondo il programma, rientrerà in Vaticano per le 13.30. 

Questo in sintesi il programma della giornata conclusiva dei 5 giorni (23-27 febbraio) che vedranno Firenze al centro dell’attenzione internazionale. «Due momenti di incontro, che si incontrano». Così il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha definito il convegno promosso dalla Cei «Mediterraneo frontiera di pace 2» (seconda edizione dopo quello di Bari nel febbraio 2020), che coincide con la conferenza di oltre 60 sindaci dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. All’inaugurazione del convegno religioso mercoledì 23, aperto dal cardinale Gualtiero Bassetti, interverrà anche il presidente del Consiglio Mario Draghi

I DUE CONVEGNI 

MEDITERRANEO FRONTIERA DI PACE 2 (23-27 febbraio 2022)

FLORENCE MEDITERRANEAN MAYOR’S FORUM (FMMF) (25-27 febbraio 2022)

Tags: ,

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy