Encomi a quattro carabinieri paracadutisti del 1° Reggimento Tuscania

Carabinieri paracadutisti del 1° Reggimento Tuscania durante un lancio
Carabinieri paracadutisti del 1° Reggimento Tuscania durante un lancio

LIVORNO – Sono passati 82 anni dal 1940, anno di nascita del 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti «Tuscania», unità di élite dell’Arma formato da specialisti impegnati in particolare in missioni militari fuori del territorio nazionale. «Se il destino è contro di noi, peggio per lui». Questo lo storico motto del Reggimento, di stanza a Livorno, che sintetizza in modo efficace il modo di operare dei propri militari, in ogni situazione e latitudine. 

L’evento è stato celebrato venerdì 8 luglio a Livorno, presso la caserma Vannucci all’Ardenza dove ha sede anche la Brigata Paracadutisti Folgore dell’Esercito, in cui lo stesso «Tuscania» era inquadrato fino al 2002, anno in cui l’Arma dei Carabinieri divenne Forza Armata, staccandosi dall’Esercito. 

ENCOMI

Nell’occasione sono state consegnate quattro importanti ricompense ad altrettanti militari che si sono particolarmente distinti in attività di servizio. Ecco i nomi: 

  • Maresciallo ordinario Mario Nicolia – Encomio semplice del Comandante Generale dell’Arma 
  • Maresciallo capo Jacopo Zanon – Encomio semplice del Comandante Operativo di Vertice Interforze
  • Tenente Colonnello Riccardo Ponzone – Encomio semplice del Comandante della Missione Bilaterale di supporto in Niger (MISIN)
  • Maresciallo Capo Andrea Ciccone e Brigadiere Romano Moretti – Encomio semplice del Comandante della Missione Bilaterale di supporto in Niger (MISIN)

La cerimonia è stata presieduta dal neo vice comandante generale dell’Arma, generale di corpo d’armata Maurizio Detalmo Mezzavilla, accompagnato dal comandante della Divisione Unità Mobili generale di divisione Aldo Iacobelli. Ad accogliere le autorità e gli ospiti il generale di brigata Stefano Iasson comandante della 2ª Brigata Mobile (da cui il «Tuscania» dipende insieme alle altre unità per l’impiego internazionale dell’Arma) e dal colonnello Salvatore Demontis comandante del Reggimento paracadutisti. Presenti anche una folta rappresentanza di reduci ed ex appartenenti al Tuscania, che hanno sfilato nel grande piazzale della caserma Vannucci. 

Per le condizioni del vento, influenzato dalla perturbazione climatica in atto, non si è potuto svolgere il tradizionale lancio di precisione, con atterraggio di Carabinieri paracadutisti davanti agli spalti della cerimonia. Un elicottero Agusta Bell 412 del Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pisa, dal quale erano pronti a lanciarsi i paracadutisti, ha comunque operato un sorvolo radente, per salutare la platea presente al compleanno del 1° Reggimento Tuscania. 

POTREBBE INTERESSARTI :

6 giugno 2022

Tags:

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy