Educazione ambientale, studenti a lezione dai Carabinieri Forestali

A "lezione" dai  Carabinieri Forestali gli allievi di una scuola di Firenze
A “lezione” dai Carabinieri Forestali gli allievi di una scuola di Firenze

FIRENZE – Oltre 1000 reati ambientali perseguiti con 960 persone denunciate all’Autorità giudiziaria. Più di 4000 gli illeciti amministrativi accertati con sanzioni per 3,5 milioni di euro. Effettuati complessivamente 340 sequestri, tra penali e amministrativi. Questo la sintesi dell’attività operativa di «polizia ambientale» dei Carabinieri Forestali in Toscana svolta nel 2023, presentata venerdì 2 febbraio dal generale di brigata Marina Marinelli che guida il Comando Regione Carabinieri Forestale. 

Il giorno prima, 1 febbraio, il Comando toscano aveva ricevuto la visita del generale di corpo d’armata Andrea Rispoli, Comandante delle Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri. L’alto ufficiale si è incontrato con i Comandanti di tutti i reparti e specialità forestali operanti nella regione nonché con i vertici regionale e provinciale dell’Arma territoriale, insieme al comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri. Una giornata densa di appuntamenti che ha visto il generale Rispoli incontrarsi anche con il presidente della Regione Eugenio Giani, con la vice presidente Stefania Saccardi (assessore all’agro-alimentare caccia e pesca) e con i prefetti di Firenze Francesca Ferrandino e di Pistoia Licia Messina. In quest’ultima città Rispoli ha voluto incontrare anche i vertici provinciali dei Carabinieri forestali. 

Il generale Andrea Rispoli incontra il personale del Comando Regione Forestale Toscana
Il generale Andrea Rispoli incontra il personale del Comando Regione Forestale Toscana

EDUCAZIONE AMBIENTALE AGLI STUDENTI

Alla conferenza stampa del 2 febbraio presso Villa La Favorita, alle pendici di Fiesole, c’erano anche gli alunni della classe 3G della scuola secondaria di 1° grado Dino Compagni. Un gruppo di oltre una ventina di ragazzi, molto attenti all’attività dei Carabinieri Forestali e pronti a interloquire in particolare quando sono stati mostrati reperti e immagini di animali protetti a rischio estinzione. Due ore circa di educazione alla legalità e rispetto dell’ambiente. Un’iniziativa che ha fatto seguito a numerosi incontri didattici dei militari nelle scuole, che hanno coinvolto oltre 1300 studenti.

La Toscana – è stato spiegato ai giovani ospiti a Villa la Favorita – è una regione coperta quasi per la metà da superficie forestale. La prima in Italia. A sua volta il territorio è composto al 66% da colline, 25% da montagne, il 9% da pianura. Un patrimonio boschivo di tutto rispetto, che merita la massima tutela. 

REATI E INCENDI BOSCHIVI

Sul fronte dei reati, gli interventi dei Carabinieri Forestali in Toscana nel 2023 hanno riguardato discariche e i rifiuti (315), tutela del territorio (255), incendi boschivi (195), tutela di fauna (135) e flora (16). Quattordici le denunce per inquinamenti. Si è registrato l’incremento dei reati nella filiera dei rifiuti soprattutto per quanto concerne gli abbandoni e la gestione illecita di rifiuti speciali. Complessivamente sono stati oltre 77mila i controlli effettuati con 24mila persone identificate e quasi 5 mila i veicoli verificati.  

Sul fronte degli incendi boschivi, nel 2023 si è registrata una flessione degli eventi. Circa 250 contro i 571 del 2022. Netta diminuzione anche delle superfici di bosco bruciate: 400 ettari (che non è mai poco n.d.r.) contro i quasi 3900 ettari del 2022. Una delle motivazioni – è stato spiegato – deriva anche dalle condizioni meteo: un 2022 particolarmente secco anche in primavera, contro un 2023 con maggiori precipitazioni fino a giugno. 

Se gli incendi dolosi figurano, al momento, in diminuzione, non si fermano invece quelli per cause involontarie. La principale causa resta il cosiddetto abbruciamento di residui vegetali, agricoli e forestali, pari al 50% dei casi.  Misure di controllo del territorio e di prevenzione messe in atto dai Carabinieri Forestali hanno permesso di fronteggiare il fenomeno, che rispetto al 2022 «guadagna» una flessione di circa l’8%. 

Oltre 3500 gli illeciti amministrativi contestati dai Carabinieri Forestali. Riguardano principalmente la tutela del territorio (1.650), fauna (743), flora (397), discariche e rifiuti (648) e incendi boschivi (261). 

FAUNA E FLORA A RISCHIO ESTINZIONE

Costante anche l’attività dei Nuclei Carabinieri Cites, dal nome della Convenzione del 1973 sul commercio internazionale di fauna e flora a rischio di estinzione. In inglese «Convention on International Trade of Endangered Species». In Toscana operano 4 Nuclei Cites a Firenze, Arezzo, Pisa e Livorno, oltre ad un distaccamento presso l’Aeroporto Vespucci di Firenze. Nel 2023 sono state controllate 200 persone e individuati illeciti amministrativi con sanzioni per 62 mila euro. Dieci i reati perseguiti con 3 persone segnalate all’Autorità Giudiziaria e 53 esemplari di animali vivi – di provenienza illegale – complessivamente sottoposti a sequestro.

Nell’occasione è stato anche fatto presente che il “contrabbando” di fauna e flora a rischio estinzione (Cites) è, per dimensioni, la 4ª attività illegale nel mondo dopo il narcotraffico, il mercato nero delle armi, il traffico di esseri umani. Da qui la necessità di sviluppare costantemente le attività di controllo.

Accertamenti dei Carabinieri Forestali Cites anche sul legname di provenienza estera, in applicazione dei Regolamenti Eutr e Flegt. Nel 2023 sono stati effettuati 72 controlli ed emesse 31 sanzioni, per un importo complessivo di oltre 36 mila euro. 

CALENDARIO CITES 2024

Nel corso dell’incontro con gli studenti, il tenente colonnello Francesco Franci Montorzi, Comandante del Nucleo di Firenze, ha presentato anche il «Calendario Cites 2024» curato dal Raggruppamento Cites di Roma. Dodici tavole che raccontano l’Africa, con particolare attenzione al Madagascar definito «scrigno di biodiversità unico al mondo».

GALLERIA FOTO (CLICCARE PER INGRANDIRE)

.

.

Tags:

Sandro Addario

Sandro Addario

Lascia un commento

Logo Osservatore

Osservatore Libero

Oltre la Cronaca. News, report e commenti
Chi siamo

Seguici su:

Collegati

Privacy Policy

Scopri di più da Osservatore Libero

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading